L’ovulazione
L’iperprolattinemia    può   essere   correlata   a   molteplici   cause   quali   forme   tumorali   benigne   (adenomi   ipofisari,   prolattinomi) o   alterazioni   di   altre   ghiandole,   come   ad   esempio   nel   caso   di   ipotiroidismi   con   ipersecrezione   reattiva   di   ormoni   che stimolano   la   tiroide   ma   che   nel   contempo   agiscono   anche   a   livello   delle   cellule   che   secernono   la   prolattina.   Altre   volte l’iperprolattinemia può essere invece dovuta a farmaci che agiscono con effetti collaterali sulla secrezione di prolattina. GRUPPO III - AMENORREA IPERGONADOTROPA Si   indentifica   essenzialmente   nella   cosidetta   insufficienza   ovarica   in   cui   le   ovaie   cessano   più   o   meno   prematuramente   di produrre   i   follicoli   e   quindi   gli   ovociti.   A   livello   ormonale   tale   condizione   si   caratterizza   per   la   presenza   di   elevati   livelli   di FSH e di LH e bassi livelli di estrogeni e rappresenta circa il 4-5% dei disordini ovulatori. Le    cause    di    tale    condizioni    possono    essere    acquisite    (interventi    chirurgici    che    interessano    le    ovaie,    trattamenti farmacologici   in   particolare   in   pazienti   con   patologie   tumorali,   trattamenti   radioterapici)   o   genetiche   (sindrome   di   Turner, sindrome X fragile), immunologiche (presenza di anticorpi anti-ovaio) o spesso indeterminate.
I disturbi dell’ovulazione
© Fecondazioneassistita.it 2018
L’iperprolattinemia    può   essere   correlata   a   molteplici cause   quali   forme   tumorali   benigne   (adenomi   ipofisari, prolattinomi)   o   alterazioni   di   altre   ghiandole,   come   ad esempio   nel   caso   di   ipotiroidismi   con   ipersecrezione reattiva   di   ormoni   che   stimolano   la   tiroide   ma   che   nel contempo    agiscono    anche    a    livello    delle    cellule    che secernono   la   prolattina.   Altre   volte   l’iperprolattinemia può   essere   invece   dovuta   a   farmaci   che   agiscono   con effetti collaterali sulla secrezione di prolattina. GRUPPO III - AMENORREA IPERGONADOTROPA Si       indentifica       essenzialmente       nella       cosidetta insufficienza   ovarica   in   cui   le   ovaie   cessano   più   o   meno prematuramente    di    produrre    i    follicoli    e    quindi    gli ovociti.      A      livello      ormonale      tale      condizione      si caratterizza   per   la   presenza   di   elevati   livelli   di   FSH   e   di LH   e   bassi   livelli   di   estrogeni   e   rappresenta   circa   il   4-5% dei disordini ovulatori. Le   cause   di   tale   condizioni   possono   essere   acquisite (interventi      chirurgici      che      interessano      le      ovaie, trattamenti   farmacologici   in   particolare   in   pazienti   con patologie      tumorali,      trattamenti      radioterapici)      o genetiche    (sindrome    di    Turner,    sindrome    X    fragile), immunologiche    (presenza    di    anticorpi    anti-ovaio)    o spesso indeterminate.
L’iperprolattinemia    può   essere   correlata   a   molteplici   cause   quali   forme   tumorali   benigne   (adenomi   ipofisari,   ghiandole,   come   ad   esempio   nel   caso   di   ipotiroidismi   con   ipersecrezione   reattiva   di   ormoni   che   stimolano   la   tiroide   anche   a   livello   delle   cellule   che   secernono   la   prolattina.   Altre   volte   l’iperprolattinemia   può   essere   invece   dovuta   collaterali sulla secrezione di prolattina. GRUPPO III - AMENORREA IPERGONADOTROPA Si   indentifica   essenzialmente   nella   cosidetta   insufficienza   ovarica   in   cui   le   ovaie   cessano   più   o   meno   prematuramente   ovociti.   A   livello   ormonale   tale   condizione   si   caratterizza   per   la   presenza   di   elevati   livelli   di   FSH   e   di   LH   e   bassi   livelli   di   5% dei disordini ovulatori. Le   cause   di   tale   condizioni   possono   essere   acquisite   (interventi   chirurgici   che   interessano   le   ovaie,   trattamenti   farmacologici   con   patologie   tumorali,   trattamenti   radioterapici)   o   genetiche   (sindrome   di   Turner,   sindrome   X   fragile),   immunologiche   ovaio) o spesso indeterminate.
I disturbi dell’ovulazione
Privacy Policy Cookie Policy