Sonoisterosalpingografia
I Rapporti Mirati Monitoraggio Ecografico Dell’Ovulazione
Quando parliamo di rapporti mirati intendiamo un primo semplice approccio alla procreazione medicalmente assistita in cui si cerca di indirizzare la coppia a concentrare i rapporti soprattutti in corrispondenza del momento dell’ovulazione. Per fare ciò ci si avvale innanzitutto di un monitoraggio ecografico dell’ovulazione in cui monitoriamo la crescita del follicolo ovarico fino a verificare l'ovulazione. Da un punto di vista diagnostico ciò può consentire di verificare effettivamente la presenza o meno dell'ovulazione e di definirne la tempistica, mentre da un punto di vista terapeutico mirando i rapporti sessuali in corrispondenza del momento ovulatorio, è possibile aumentare le probabilità di ottenere una gravidanza. Oltre che su ciclo spontanteo i rapporti mirati possono anche essere eseguiti su cicli stimolati in cui possiamo o utilizzare semplicemente dei farmaci finalizzati allo scoppio del follicolo e quindi al momento ovulatorio, oppure anche farmaci che stimolano l’ovaio a produrre un certo numero di follicoli al fine di aumentare le probabilità che almeno uno degli ovociti prodotti venga fecondato. In questo caso al fine di evitare il rischio di gravidanze plurime sarà necessario fare attenzione a limitare il numero di follicoli prodotti (in genere non più di due o massimo tre). Nell'immagine possiamo osservare un follicolo preovulatorio. L'imminenza dell'ovulazione viene dedotta in prima istanza dalle dimensioni raggiunte dal follicolo, nonchè da altri segni ecografici quali la comparsa di modificazioni dell'aspetto della parete o la visualizzazione del cumulo ooforo.
Follicolo periovulatorio
© Fecondazioneassistita.it 2018
Quando parliamo di rapporti mirati intendiamo un primo semplice approccio alla procreazione medicalmente assistita in cui si cerca di indirizzare la coppia a concentrare i rapporti soprattutti in corrispondenza del momento dell’ovulazione. Per fare ciò ci si avvale innanzitutto di un monitoraggio ecografico dell’ovulazione in cui monitoriamo la crescita del follicolo ovarico fino a verificare l'ovulazione. Da un punto di vista diagnostico ciò può consentire di verificare effettivamente la presenza o meno dell'ovulazione e di definirne la tempistica, mentre da un punto di vista terapeutico mirando i rapporti sessuali in corrispondenza del momento ovulatorio, è possibile aumentare le probabilità di ottenere una gravidanza. Oltre che su ciclo spontanteo i rapporti mirati possono anche essere eseguiti su cicli stimolati in cui possiamo o utilizzare semplicemente dei farmaci finalizzati allo scoppio del follicolo e quindi al momento ovulatorio, oppure anche farmaci che stimolano l’ovaio a produrre un certo numero di follicoli al fine di aumentare le probabilità che almeno uno degli ovociti prodotti venga fecondato. In questo caso al fine di evitare il rischio di gravidanze plurime sarà necessario fare attenzione a limitare il numero di follicoli prodotti (in genere non più di due o massimo tre). Nell'immagine possiamo osservare un follicolo preovulatorio. L'imminenza dell'ovulazione viene dedotta in prima istanza dalle dimensioni raggiunte dal follicolo, nonchè da altri segni ecografici quali la comparsa di modificazioni dell'aspetto della parete o la visualizzazione del cumulo ooforo.
Follicolo periovulatorio
Privacy Policy Cookie Policy