La Fecondazione in Vitro
La Fecondazione in Vitro
La tecnica di fecondazione in vitro con iniziezione intra-citoplasmatica dello spermatozoo (ICSI) è invece indicata nei seguenti casi: 1. infertilità maschile di grado severo; 2. azoospermia ostruttiva e secretiva (spermatozoi testicolari o epididimari); 3. mancata o ridotta fecondazione in precedenti cicli di fecondazione in vitro (FIVET); 4. ovociti scongelati; 5. ridotto numero di ovociti; 6. seme crioconservato in relazione alla qualità seminale successiva allo scongelamento.

LA PROCEDURA SI ARTICOLA ESSENZIALMENTE IN QUATTRO FASI (clicca sulle immagini per i dettagli)

Induzione dell'ovulazione Prelievo ovocitario Fecondazione in Vitro Transfer Embrionario
© Fecondazioneassistita.it 2018
La tecnica di fecondazione in vitro con iniziezione intra-citoplasmatica dello spermatozoo (ICSI) è invece indicata nei seguenti casi: 1. infertilità maschile di grado severo; 2. azoospermia ostruttiva e secretiva (spermatozoi testicolari o epididimari); 3. mancata o ridotta fecondazione in precedenti cicli di fecondazione in vitro (FIVET); 4. ovociti scongelati; 5. ridotto numero di ovociti; 6. seme crioconservato in relazione alla qualità seminale successiva allo scongelamento.

LA PROCEDURA SI ARTICOLA

ESSENZIALMENTE IN QUATTRO FASI

(clicca sulle immagini per i

dettagli)

Privacy Policy Cookie Policy