Prenota online
Cosa si intende per infertilità
L’Organizzazione Modiale della Sanità definisce l’infertilità come il mancato raggiungemento della gravidanza dopo 12 mesi di rapporti tendenti alla fecondazione frequenti, non protetti e possibilmente mirati.
Attualmente, sulla base dei dati raccolti dalla Organizzazione Mondiale della Sanità, circa il 15% delle coppie in età fertile sono coinvolte in problemi di infertilità. L'incidenza di tale condizione aumenta progressivamente con l'età della donna con una incidenza pari al 8% nelle donne di età compresa tra i 19 e 26 anni, a l 13-14% per donne di età compresa tra i 27 e i 34 anni fino a raggiungere il 18 % in donne di età compresa tra i 35 ed i 39 anni (Dunson et al, Increased infertility with age in men and women; Obstet Gynecol, 2004; 103: 51-56). Tale incremento di incidenza delle problematiche di infertilità in rapporto all’età della donna è essenzialmente da ricondurre ad una progressiva riduzione della riserva ovarica. Già nel 2002 Evers et al., avevano effettuato una suddivisione delle coppie in rapporto al loro grado di fertiltà distinguendo i seguenti gruppi: Superfertili: coppie in cui si ha il raggiungimento della gravidanza entro 6 mesi nel 100% dei casi; Normalmente fertili: coppie in cui si ha il raggiungimento della gravidanza entro 12 mesi nel 93% dei casi ed entro 24 mesi nel 100% dei casi; Moderatamente subfertili: coppie in cui si ha il raggiungimento della gravidanza entro 12 mesi nel 46% dei casi, entro 24 mesi nel 71% dei casi ed entro 60 mesi nel 95% dei casi. Severamente subfertili: coppie in cui si ha il raggiungimento della gravidanza entro 12 mesi nel 11% dei casi, entro 24 mesi nel 21% dei casi ed entro 60 mesi nel 45%; Infertili: coppie in cui non si ha mai il raggiungimento della gravidanza. Già da questa classificazione è quindi evidente come quanto più è lunga la storia di infertilità, quanto maggiore è la gravità della situazione.
AVANTI AVANTI
L’Organizzazione Modiale della Sanità definisce l’infertilità come il mancato raggiungemento della gravidanza dopo 12 mesi di rapporti tendenti alla fecondazione frequenti, non protetti e possibilmente mirati.
© Fecondazioneassistita.it 2018
Cosa si intende per infertilità
Attualmente, sulla base dei dati raccolti dalla Organizzazione Mondiale della Sanità, circa il 15% delle coppie in età fertile sono coinvolte in problemi di infertilità. L'incidenza di tale condizione aumenta progressivamente con l'età della donna con una incidenza pari al 8% nelle donne di età compresa tra i 19 e 26 anni, a l 13-14% per donne di età compresa tra i 27 e i 34 anni fino a raggiungere il 18 % in donne di età compresa tra i 35 ed i 39 anni (Dunson et al, Increased infertility with age in men and women; Obstet Gynecol, 2004; 103: 51-56). Tale incremento di incidenza delle problematiche di infertilità in rapporto all’età della donna è essenzialmente da ricondurre ad una progressiva riduzione della riserva ovarica. Già nel 2002 Evers et al., avevano effettuato una suddivisione delle coppie in rapporto al loro grado di fertiltà distinguendo i seguenti gruppi: Superfertili: coppie in cui si ha il raggiungimento della gravidanza entro 6 mesi nel 100% dei casi; Normalmente fertili: coppie in cui si ha il raggiungimento della gravidanza entro 12 mesi nel 93% dei casi ed entro 24 mesi nel 100% dei casi; Moderatamente subfertili: coppie in cui si ha il raggiungimento della gravidanza entro 12 mesi nel 46% dei casi, entro 24 mesi nel 71% dei casi ed entro 60 mesi nel 95% dei casi. Severamente subfertili: coppie in cui si ha il raggiungimento della gravidanza entro 12 mesi nel 11% dei casi, entro 24 mesi nel 21% dei casi ed entro 60 mesi nel 45%; Infertili: coppie in cui non si ha mai il raggiungimento della gravidanza. Già da questa classificazione è quindi evidente come quanto più è lunga la storia di infertilità, quanto maggiore è la gravità della situazione.
AVANTI AVANTI
Privacy Policy Cookie Policy